Detrazioni fiscale ECOBONUS 2019: ecco tutti i vantaggi per te

Tu sei qui

Detrazioni fiscale ECOBONUS 2019: ecco tutti i vantaggi per te

Ecobonus 2019

Come ogni anno, la legge di Bilancio prevede incentivi e sgravi fiscali per i lavori di ammodernamento, ristrutturazione e sistemazione dei nostri immobili. Questo provvedimento si chiama ecobonus 2019 ed è una iniziativa molto apprezzata perché ci aiuta, a livello finanziario, a rendere più confortevole la nostra abitazione.

Le agevolazioni lavori casa posso essere applicate a molti lavori e ci permettono di detrarre sino al 50%, iva compresa, sul costo complessivo degli interventi. Da opere strutturali, ad ammodernamenti in campo energetico, sino sostituzione di mobili e arredi, l’ecobonus casa può essere applicato anche per la sostituzione di porte ed infissi.

Ecco come funziona e tutti i vantaggi, secondo le nuove disposizioni di legge.

Cosa può essere detratto

Secondo la nuova leggere di Bilancio emessa poche settimane fa dall’attuale governo, l’ecobonus casa può essere esteso a tutti gli interventi di ristrutturazione e ammodernamento che interessano infissi, serramenti, impianti di riscaldamento e impianti energetici sia delle singole unità immobiliari, sia delle parti comuni dei condomini.

In base all’intervento, possiamo ottenere la detrazione sino all’85% della spesa totale. Ci sono, comunque, dei limiti di spesa che la legge impone ed entro i quali è possibile richiedere l’agevolazione, ma è comunque un buon punto di partenza se vogliamo davvero rendere più confortevole la nostra casa o il nostro condominio.

Anche gli interventi seguiti dalla nostra Falegnameria Adda possono rientrare in queste categorie. Per gli infissi e le porte, infatti, è prevista una datazione pari al 50%, sia per le lavorazioni su singole unità abitative, sia su quelle eseguite per interi condomini. E i nostri interventi possono essere considerati proprio all’interno dell’ecobonus energia, poiché un infisso o una porta realizzata con le tecnologie più moderne e installata da esperti del settore, ci aiutano a risparmiare in riscaldamento o condizionamento.

Cosa dobbiamo fare per richiederlo

Richiedere le agevolazioni fiscali non è difficile, anche se la nuova legge di Bilancio 2019 ha previsto un passaggio in più rispetto alle disposizioni in vigore l’anno scorso.

Per prima cosa, è necessario conservare tutta la documentazione che certifichi l’avvenuto pagamento e la realizzazione degli interventi per i quali si richiede lo sgravio fiscale. Se abbiamo a che fare con contribuenti non titolari di reddito di impresa, ricordatevi di effettuare il pagamento tramite bonifico bancario o postale. Nel caso, invece, di realtà come la nostra Falegnameria Adda, sarà necessario conservare solo le nostre fatture e ricevute di pagamento.

Ed ecco la novità. Per richiedere il vostro ecobonus, dovrete comunicare all’ENEA i dati anagrafici del beneficiario, le informazioni relative all’immobile e la tipologia di intervento, entro 90 giorni dalla fine dei lavori.

Un ulteriore vantaggio

Tutti i contribuenti possono richiedere le agevolazioni fiscali. Dalle persone fisiche, alle società di persone, alle associazioni e tutti i titolari dell’immobile o i condomini che operano a nome del condominio: i vantaggi economici sono davvero interessanti e ci permettono di scegliere il meglio, senza risparmiare sulla qualità.

Importante da ricordare è che il bonus non può essere richiesto per immobili in fase di costruzione, ma solo per lavori di riqualificazione di immobili già esistenti.

CONTATTACI PER UN PREVENTIVO