Porte interne: come scegliere, cosa scegliere

Tu sei qui

Porte interne: come scegliere, cosa scegliere

Porte interne: come scegliere, cosa scegliere

Per valutare, scegliere e acquistare le porte interne di casa è necessario considerarne funzioni e scopi, gli elementi da cui sono composte e la tipologia più idonea. Non è tutto: reversibilità, misure e materiali sono altre caratteristiche da conoscere.

Ecco qualche consiglio che ti permette di centrare il tuo obiettivo e avere porte interne perfette in estetica, funzionalità, ingombro e praticità.

La più classica delle funzioni di una porta interna di casa è quella di separare gli ambienti fra loro, delimitando gli spazi. Non solo: le porte interne attutiscono suoni e rumori, isolando parzialmente gli spazi.

Come scegliere le porte interne in base ad elementi strutturali

In base agli elementi statici che le caratterizzano, le porte interne in legno si differenziano le une dalle altre per le componenti strutturali e il tipo di apertura che ne definisce il “carattere”.

Esistono poi alcuni elementi flessibili, che le adattano cioè a più situazioni, contesti e ambienti considerandone l’estetica e lo spazio in cui saranno installate.

Oltre ad ante, telai, coprifili, maniglie, serrature, cerniere e guarnizioni che definiscono l’estetica delle porte interne e l’isolamento che possono garantire, sia termico che acustico, sceglierle è anche questione di “sistema”.

A seconda del tipo di apertura e chiusura le porte interne di dividono in tre tipologie principali:

  • porte a battente
  • porte scorrevoli, ottimizzano lo spazio perché scorrono sui binari all’esterno della parete o all’interno del telaio
  • porte a libro, composte da due pannelli che aperti si sovrappongono a pacchetto

Le porte interne a libro, in particolare, sono ideali per sfruttare intelligentemente lo spazio di casa quando non è possibile adottare la tipologia scorrevole perché non si possono effettuare lavori murari per l’anta a scomparsa e non c’è spazio abbastanza a lato della porta per lo scorrimento dell’anta.

Porte interne e…flessibilità

Flessibili perché adattabili, alcune tipologie di porte come quelle reversibili, possono essere modificate in qualunque momento per ottenere più spazio nell’ambiente.

Grazie a particolari elementi, come le cerniere a scomparsa, la serratura magnetica, le porte interne si confondono con il resto del muro (porte rasomuro), sprovviste di stipiti e coprifili.

Porte interne su misura

La scelta di porte interne comporta anche avere in mente le misure da rilevare: larghezza del vano, l’altezza e la profondità (soprattutto nel caso di nuova costruzione o ristrutturazione).

Ovviamente anche il materiale è questione da considerare: dal tipo di legno scelto (massello, listellare e tamburato) dipendono la qualità e la resistenza della porta.

Un consiglio per scegliere le porte interne ideali? Meglio consultare con attenzione la scheda che le accompagna e che pubblicherà le informazioni relative ai materiali e le istruzioni per la manutenzione.

E se la scheda tecnica non ti soddisfa puoi sempre rivolgerti a Falegnameria Adda dove troverai la consulenza adatta a soddisfare ogni tua esigenza!

CONTATTACI PER UN PREVENTIVO